Dolore al seno: sintomi e cause

Il dolore al seno, il cui termine tecnico è mastodinia, colpisce con una certa frequenza le donne con modalità e tempistiche differenti, riguardando sia il seno destro sia quello sinistro, ma in alcuni casi può localizzarsi bilateralmente. Il dolore al seno può sorgere con una certa regolarità ogni mese o presentarsi sporadicamente, oppure all’improvviso ed intensamente.

Tra le cause da attribuire alla mastodinia ciclica, che si ripete ogni mese, ci sono gli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale ma anche nell’ovulazione; inoltre il dolore al seno può essere il sintomo di una gravidanza o ancora un malessere relazionato all’assunzione della pillola anticoncezionale.

In alcuni casi può dipendere invece da iperprolatinemia, soprattutto in correlazione al dolore  bilaterale ed in particolare si concentra sulla parte superiore del petto. A volte anche lo stress può alterare gli ormoni causando un dolore al seno in periodi diversi dal ciclo mestruale, si tratta di mastodinia non ciclica.

Episodi di  dolore al petto possono sorgere anche in seguito ad un trauma dovuto a movimenti bruschi, o semplicemente ad un reggiseno troppo stretto o che non sostiene adeguatamente il seno.

In ogni modo, si consiglia una visita senologica almeno una volta all’anno e con regolarità controllarsi da sole; in presenza di dolore ed anomalie è opportuno parlare con il proprio medico che provvederà a prescrivere gli accertamenti diagnostici adeguati, generalmente, prima di qualsiasi terapia vanno indagate le cause, determinando la specificità del dolore.



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.