La tecnologia SpaceTop 3D, per entrare dentro lo schermo

La nuova tecnologia SpaceTop 3D permette di infilare le mani nello schermo e consente di manipolare oggetti virtuali, così come si vede dalla presentazione al al Ted di Los Angeles dove si può ammirare uno schermo trasparente e, dietro di esso, le mani di un uomo che afferrano e spostano oggetti virtuali tridimensionali come si trattasse di oggetti reali.

L’idea è dell’ingegnere Jinha Lee, che ha lavorato sul desktop SpaceTop 3D in collaborazione con Microsoft. Jinha Lee si è laureato presso il prestigioso Massachusetts Institute of Technology e ora svolge il servizio militare in Corea del Sud presso la Samsung Electronics, dove sta lavorando su interfacce TV.


Il sistema è costituito da un display a LED trasparente, con fotocamere integrate che tracciano movimenti oculari e i gesti dell’utente e risponde al desiderio che l’uomo ha di interagire con gli oggetti. Con la nuova tecnologia si potrà prendere un documento virtuale per sfogliarlo come un libro.

L’esperimento effettuato dall’ ingegnere ha stupito i presenti che hanno pensato a Tom Cruise quando manipolava fotogrammi e immagini come fossero i pezzi di un Lego virtuale nel film Minority Report. Questo esperimento rappresenta il terzo passo nello sviluppo dell’interfaccia digitale tastiera, schermi touch e ora, si entrerà direttamente negli schermi. Ma le idee innovative non si fermano qui.

Lo stesso giovane ingegnere ha presentato una app che grazie alla tecnologia 3D permette di indossare virtualmente gli abiti prima di acquistarli.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.