Risparmiare benzina in auto, una piccola guida per ridurre i consumi

La benzina è un bene prezioso che negli ultimi anni ha segnato forti rialzi, sfiorando perfino la prossimità dei due euro al litro in alcune zone d’Italia, basta una notizia al telegiornale ed ecco schizzare verso l’alto i prezzi dal benzinaio, neanche fosse un listino della borsa valori, influendo drasticamente sul portafoglio e sui bilanci familiari degli italiani, già tartassati da questo punto di vista con una tassazione record.

Visto che la benzina sempre più spesso è un bene a cui difficilmente si riesce a rinunciare, soprattutto noi italiani che siamo legati in modo quasi maniacale alle nostre automobili, ecco una breve guida di facile utilizzo per cercare di limitare i consumi della propria autovettura, in modo da tenere la lancetta dell’indicatore del carburante nel serbatoio fuori dalla riserva ed il portafoglio un po’ più gonfio a fine mese.


Oltre al discorso meramente economico, consumare meno benzina ha effetti anche sull’ecologia e sull’ambiente, in quanto meno consumo di benzina si traduce in minore inquinamento, quindi un’altro valido motivo per imparare ad usare l’automobile in modo intelligente e responsabile nel tentativo di consumare meno benzina e gasolio, diminuendo le soste dal benzinaio, aiutando l’ambiente e preservare la salute di tutti noi.

Sembra scontato ma per consumare meno benzina, il modo più efficace è quello di utilizzare meno la macchina, ad esempio se abitate in una grande città come Roma o Milano, spesso si usa la macchina anche per percorrere poche centinaia di metri, per andare al bar dietro casa o a prendere il giornale, in questo caso molto meglio usare altri mezzi di trasporto come la bicicletta o i mezzi pubblici, ne gioverà la vostra salute ed il vostro portafoglio, inoltre avrete anche più tempo libero a disposizione senza sprecarlo a cercare parcheggio per la vostra auto, senza considerare che anche la vostra salute ne gioverà vedendo sparire la tipica pancetta all’italiana.

Se siete invece impossibilitati a lasciare nel box la vostra autovettura vediamo come poter risparmiare qualcosa in termini di consumo di carburante, per un risparmio di benzina spesso anche considerevole bastano infatti piccoli accorgimenti di semplice attuazione.

Car pooling e car sharing per risparmiare benzina

Spesso viaggiamo da soli in auto per andare al lavoro, ma condividere un’automobile con persone che hanno la stessa destinazione, ad esempio colleghi di lavoro, puo’ ridurre considerevolmente  le spese dovute al rifornimento della propria autovettura, facendo a turno si risparmierà moltissimo sui consumi e sull’usura della vostra automobile. Su internet potete trovare moltissimi siti web dedicati al car pooling ed al car sharing.

Aerodinamica e peso del veicolo per risparmiare benzina

Se non dovete partire a breve per le vacanze è bene ottimizzare il peso e l’aerodinamica della vostra macchina, togliendo eventuale peso in eccesso dal bagagliaio e smontando eventuali portapacchi dal tetto dell’auto che rischiano di far aumentare i consumi di benzina inutilmente.

Manutenzione ordinaria per diminuire i consumi di benzina

Avere un auto in ordine, con i controlli di manutenzione regolare significa avere un auto in perfette condizioni, capace così di percorrere la maggior strada possibile con il consumo minore, ottimizzando il funzionamento del motore e delle parti meccaniche.

Pressione dei pneumatici

Fate attenzione a controllare periodicamente la pressione degli pneumatici della vostra auto, in quanto avere le gomme sgonfie possono far aumentare i consumi di benzina sensibilmente. Anche dal punto della sicurezza è sempre bene controllare la pressione degli pneumatici in modo da avere la massima aderenza e controllo in curva della vettura.

Spegnere il motore al semaforo per consumare meno

Sembra superfluo ma spegnere il motore dell’auto quando si è fermi al semaforo o bloccati in colonna è un ottimo rimedio contro il consumo, inutile, di benzina. Infatti se la macchina è ferma è inutile sprecare benzina tenendo acceso il motore. Molte auto di nuova concezione sono dotate del sistema Start&Stop o Stop&Go che spengono automaticamente il motore nelle soste prolungate. Se avete un’auto vecchia potete farlo manualmente agendo sulla chiave di accensione. Ovviamente bisogna anche evitare di far rombare inutilmente il motore V8 della nostra “muscle car” quando si è fermi al semaforo, visto che le gare di accelerazioni sul quarto di miglio, sono illegali sulle strade aperte al traffico.

Procedere a velocità costante riduce i consumi di benzina

In autostrada, in tangenziale o deve possibile cercate di procedere ad una velocità costante, possibilmente entro i limiti di velocità (50, 70, 90, 130 Km/h) imposti dal codice della strada, in modo da non compromettere la vostra sicurezza e quella degli altri (clicca qui per la sicurezza del tuo bambino in auto) viaggiando con la marcia più alta e tenendo il motore ad un regime di giri piuttosto basso e csotante aiuta notevolmente a diminuire i consumi.

Evitare accelerazioni brucianti in città

Evitate di affondare il piede dell’acceleratore  tra un semaforo e l’atro in città, prima di tutto per la sicurezza vostra e degli altri, secondo perchè anche i consumi ne beneficeranno.

Viaggiare in folle per ridurre i consumi

Puo’ sembrare una follia, ma disinserire la marcia in vista di uno stop o in prossimità della vostra uscita in tangenziale e autostrada, lasciando il veicolo scorrere in folle e rallentare progressivamente in modo naturale puo’ contenere i consumi di carburante dovuti all’uso del freno motore, preservando anche i dischi e le pastiglie dei freni.

Sfruttare la scia a velocità costante per risparmiare carburante

E’ scientificamente provato che un coefficiente aerodinamico migliore riduce i consumi, quindi in autostrada e in tangenziale meglio procede a velocità costante, magari seguendo, a distanza di sicurezza, un veicolo che precede, meglio ancora se con massa più grande della nostra, in questo modo sfrutterete l’effetto scia e risparmierete moltissimo sul carburante consumato. Ricordate di mantenere la distanza di sicurezza per evitare di tamponare chi vi precede.

Finestrini chiusi e condizionatore spento

Se si viaggia a velocità elevata è bene tenere chiusi i finestrini, in modo da non rallentare il veicolo, migliorandone l’aerodinamica e di conseguenza migliorare il consumo di benzina. Anche tenere spento il condizionatore può ridurre di parecchio il consumo di carburante, ovviamente se la temperatura esterna lo concede, ad esempio a ferragosto meglio lasciarlo in funzione e consumare un po’ di più.

Occhio al prezzo della benzina

I prezzi della benzina subiscono grosse variazioni a seconda della compagnia di distribuzione e della posizione del distributore di carburante. Fare il pieno in autostrada o in tangenziale puo’ costare parecchi euro in più, quindi prima di un lungo viaggio, meglio fare il pieno al distributore sotto casa. Tuttavia è sempre consigliabile controllare i prezzi esibiti ad ogni distributore ed eventualmente godere di sconti, promozioni ed agevolazioni per fare il pieno di benzina e risparmiare qualche euro.

Distributori di benzina no logo

La pubblicità è l’anima del commercio e spesso la si paga cara sul prodotto finale, quindi perché non rifornirsi presso distributori no logo, anonimi, non legati a marchi tanto prestigiosi quanto costosi, visto che il prodotto finale è spesso di ottima qualità tanto quello pubblicizzato dalle grandi compagnie petrolifere. Facendo benzina presso i distributori no logo spesso si risparmia molto, peccato che la loro diffusione sia ancora piuttosto limitata, ma se avete un distributore no logo vicino casa, non esitate a fare il pieno da loro. Su questo discorso ci ritorneremo in futuro con un articolo dedicato.

Ovviamente questa guida è utile non solo per risparmiare benzina, ma è consigliabile anche per le auto alimentate a gasolio o ibride, alimentate a gas, metano ed in alcuni casi elettriche.

Se avete qualche altro suggerimento che ci è sfuggito non esitate a comunicarcelo lasciando un commento a fondo pagina, lo aggiungeremo a questa già completa guida per risparmiare benzina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.